Anqua


 Situato lungo il corso del fiume Cecina, il villaggio è noto sin dal XIV secolo. Feudo dei conti Pannocchieschi d’Elci,assunse particolare rilevanza a partire dal 1572, quando il conte Marcello di Tommaso Pannocchieschi d’Elci fece qui edificare una grande villa.

Nel 1833 il borgo di Anqua contava 362 unità,mentre nel 2001 registrava solamente 6 abitanti

 

1

Monumenti e luoghi d’interesse

  • Chiesa di San Rufo, edificata nella seconda metà del XVI secolo per volere dei conti Pannocchieschi d’Elci, è inclusa nel complesso architettonico della villa di Anqua. Sul luogo sorgeva precedentemente una cappella risalente al XIV secolo. La chiesa conserva all’interno un dipinto ad olio della Vergine Assunta tra i santi.
  •    Chiesa di San Niccolò a Elci
  • Villa Pannocchieschi d’Elci, nota anche come fattoria di Anqua, si tratta di un’imponente villa-fattoria che costituisce il nucleo storico della frazione. È stata costruita a partire dal 1572 per volere del conte Marcello di Tommaso Pannocchieschi d’Elci. Nel cortile della villa è situato un pozzo datato 1789.
  • Castello di Elci, importante castello del territorio, situato fuori da Anqua, risale a prima dell’anno 1000. Oggi ne rimangono solamente dei ruderi: sono in piedi alcune strutture murarie, il complesso della rocca, e parte delle mura del castello.

(https://it.wikipedia.org/wiki/Anqua)

 

coordinateGps


2